Si va in onda...
Da domani si ricomincia: scuola, lavoro - per chi ce l'ha - attività sportive, processi, notizie, progetti e chi più ne ha più ne metta.
In tutto questo bailamme ecco una buona notizia: il booktrailer è stato finalmente terminato.
Non sono riuscito a lavorarci in maniera continuativa, mea culpa, però credo che il risultato sia soddisfacente: una bella colonna sonora incalzante attraverso una sfilza di immagini e dichiarazioni che si rimandano una con l'altra per creare un cupo effetto "suspense".
Forse ho esagerato un po' nel montaggio - d'altronde è un booktrailer, non un trailer cinematografico vero e proprio - ma, quando con un tonfo secco appare il titolo del libro, l'effetto ci sta tutto, non c'è che dire.
Per ora ad Antonella è piaciuto, ora aspettiamo l'OK di Andrea e speriamo di andare presto in onda anche con questo.
Per i curiosissimi qualche anticipazione: ho deciso di cavalcare l'onda delle dichiarazioni libere che ha avvolto tutta la vicenda, quella confusione giornalistica che si era creata durante l'estate del 2006 e che era culminata con gli arresti di settembre e del successivo gennaio. Una specie di bazar mediatico formato da diverse voci apparentemente sovrapposte, ma in realtà orientate verso una storia: magari romanzata in alcuni punti, interrogativa in altri, ma comunque avvincente come uno di quei best seller americani che invadono le nostre librerie.
Protagonisti, domande, smentite, chiarimenti e prese di posizione si susseguono fino ad uno stanco Tronchetti Provera che si alza dalla propria sedia al termine del videomessaggio ai dipendenti trasmesso il 25 luglio 2006. Stop.
Inizia quindi una musica nostalgica che evidenzia il titolo a tutta pagina. E qui il tocco di classe: in lontananza si sente una voce al telefono, tipica degli inviati connessi con qualche strumento di fortuna nel bel mezzo di qualche scoop giornalistico. Racconta la storia dei presunti attacchi informatici, della guerra tra le spie, delle lotte di potere. Lo spettro nascosto che tutti si aspettavano di vedere.
Non vincerà l'Oscar, però è sicuramente un buon esercizio artistico...

3 commenti:

Lellus ha detto...

E quando ci posti un link per il booktrailer?
Sarò uno dei primi a comprarti il libro! :D

Andrea A.

pdo ha detto...

bene bene bene...finalmente qualcuno che ha gli attributi...forza bello che siamo tutti con te..

codabar - Alfredo Terrone ha detto...

questo è veramente il top, neanche il "capo che scende da milano col blackberry in mano" regge il confronto ;D
a presto

Posta un commento